liguriainfesta

Settimana Santa e Pasqua a Genova

25 marzo / 01 aprile - Genova (GE)
Settimana Santa e Pasqua a Genova a Genova

Le testimonianze più antiche sulla Pasqua a Genova risalgono al Medioevo, quando era già diffusa la tradizione dei cosiddetti Sepolcri, gli altari della Deposizione addobbati il Giovedì Santo per esporre l'Eucaristia. Gli altari delle chiese e dei conventi venivano addobbati con fiori, stoffe e vasi di grano, sottili e pallidi fili d’erba risultato della semina dei chicchi benedetti alla festa di San Biagio (3 febbraio) e fatti germogliare all’ombra. L’usanza voleva che si visitassero un numero dispari di chiese con Sepolcri addobbati, sicché c’era chi dedicava ore ed ore a camminare e girovagare per vichi e portici antichi verso il mare.

Nella seconda metà del XVII secolo si diffonde anche l’uso di collocare nei Sepolcri delle chiese liguri i cartelami, cioè figure dipinte su telai sagomati, in modo da poter creare una teatralizzazione delle scene della Passione. Sovente, poi, per rappresentare in modo coinvolgente la Passione, non si ricorreva soltanto a scenari dipinti o a statue ma anche a figuranti in carne e ossa vestiti in costume da soldato, con tanto di lancia in pugno.

Ancora oggi persiste la tradizione di addobbare i Sepolcri e di visitarli in numero dispari. Il Sepolcro più visitato è quello nella Cattedrale, all’altare di S. Giovanni Battista, addobbato con un paliotto d’altare in argento e una cassa del Corpus Domini del 1612, oltre a preziosi broccati e fiori multicolori.

Il Sepolcro della Chiesa del Gesù è tuttora famoso perché assai particolare per forma e colori: si deve alla nobile famiglia dei Pallavicini, munifica verso la chiesa del Gesù fin dalla fondazione, la nascita della tradizione del grandioso mazzo floreale posto dinanzi al Sepolcro.

Immancabile, naturalmente, la Processione del Giovedì Santo nel cuore della Genova antica. I Sepolcri ricevono l'omaggio delle Casacce: le Confraternite sfilano in processioni cariche di forte pathos, per visitare il SS. Sacramento esposto nelle sette chiese più antiche del centro storico. Almeno dal Cinquecento, per le processioni di Pasqua, le Confraternite uscivano tutte, perciò le principali porte della città dovevano restare aperte anche nelle ore serali per permettere il rientro non soltanto della Confraternita di Santa Zita, il cui Oratorio era “fuori mura”, ma anche di tutta la gente che dalla proprie dimore si era recata in città per assistere ai riti sacri.


Per maggiori informazioni

Sito di Visit Genoa


Ultima modifica 15/02/2018 ore 12:19
Foto: Il Cittadino


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+

Home Liguria in festa Sagre in Liguria Feste in Liguria Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Liguria Eventi di rilievo
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Genova Imperia La Spezia Savona
Elenco feste e sagre
N.B. liguriainfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie