liguriainfesta

Carnevale dei belli e dei brutti di Suvero a Rocchetta di Vara

Sabato di Carnevale - Rocchetta di Vara (SP)
Carnevale dei belli e dei brutti di Suvero a Rocchetta di Vara a Rocchetta di Vara

Carnevale dei belli e dei brutti di Suvero a Rocchetta di Vara. L'ultimo sabato di Carnevale, per i poderi sparsi e tra i carruggi dell'antico borgo di Suvero, si sente il richiamo misterioso della grossa conchiglia usata come corno e il frastuono chiassoso dei campanacci cinti ai fianchi dalle maschere tradizionali. È il suono di un carnevale antichissimo, dai sapori ancestrali.

I protagonisti sono i brutti e i belli, le due categorie in cui si dividono le maschere tradizionali del carnevale suverese. I primi indossano pelli di animale, hanno grosse corna sul capo e il volto scuro, spesso ormai nascosto da maschere demoniache di gomma. Portano alla cintura campane da bovino. L'aspetto, nell'immaginario collettivo, è quasi di satiri malvagi. I belli al contrario vestono costumi luccicanti, abiti floreali dai colori sgargianti ed un ricco cappello a larghe tese, ornato di conchiglie, vetrini e lunghi nastri che scendono lungo la schiena. Dispettosi e bestiali i brutti, gentili e cortesi i belli.

Al richiamo di grosse conchiglie suonate da alcune maschere, i brutti e i belli sfilano casa per casa ricevendo vino edaltri doni al suono delle tradizionali musiche. Giorno tradizionale della sfilata era una tempo l'ultimo lunedì di carnevale. Da alcuni anni ormai la festa è anticipata al sabato.

Non è facile conoscere quali siano l'origine e il significato di questa tradizione, manifestazioni simili ricorrono in Italia e in Europa: Schignano, in provincia di Sondrio, e in alcune località della Sardegna ad esempio Samugheo. Brutti si trovano anche nell'isola greca di Skyros (i geros), a Viza, in Tracia (i kalogeroi), in Istria (gli Zvoncari) e in Slovenia. Alcuni studiosi legano l'origine di queste maschere a culti pagani di natura dionisiaca, altri a feste celtiche che segnavano il ritorno della luce, con le giornate sempre più allungate.

Singoli elementi possono essere così interpretati: il fracasso delle campane e la mostruosità delle maschere hanno la funzione di scacciare le forze maligne dalle case in vista dell'imminente primavera che crescerà i raccolti. In segno di gratitudine, sono donati alle maschere uova, dolci e vino. Qualunque sia comunque il segreto significato di questa antica liturgia, intatto e genuino ne resta il fascino e la fragile magia.


Per maggiori informazioni

Pagina Facebook Comune di Rocchetta di Vara


Ultima modifica 20/01/2020 ore 12:53
Foto: Roberta Tonelli


CONDIVIDI SU   FacebookTwitterGoogle+

Home Liguria in festa Sagre in Liguria Feste in Liguria Mercatini e fiere Festival e rassegne Altri eventi in Liguria Eventi di rilievo
Seguici su
Segnala un evento
ricerca avanzata »
Feste, sagre, eventi, mercatini a Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre
Sagre, feste, mercatini, eventi a Genova Imperia La Spezia Savona
Elenco feste e sagre
N.B. liguriainfesta.com non è in alcun modo responsabile per eventuali errori o omissioni contenuti nelle informazioni pubblicate
Chi siamo | Contatti | Termini di utilizzo | Privacy | Cookie